Amon “The Innermost Legacy” review on Darkroom Magazine

Here’s a new review of “The Innermost Legacy”, written by Roberto Alessandro Filippozzi, that was posted a few weeks ago on the Darkroom Magazine webzine:

Diciannove anni dopo la sua uscita datata novembre 1999, il terzo studio-album “The Legacy” del progetto principale di Andrea Marutti (attivo in diversi act, fra cui gli apprezzati Hall of Mirrors assieme al sodale Giuseppe Verticchio/Nimh) viene ristampato in edizione doppia e rimasterizzata nel bel formato digisleeve apribile, sempre da quella Eibon che ne approntò la stampa originaria. In oltre vent’anni di attività, l’artista milanese si è ritagliato un proprio spazio nell’affollato panorama Dark Ambient e, fra tante pubblicazioni, “The Legacy” resta sicuramente tra quelle più significative della sua carriera. Abilmente rimasterizzate dallo stesso Andrea, le sei tracce di “The Legacy” risplendono di una nuova luce, che ne svela i dettagli più reconditi: prendendo le mosse dalla misterica coltre dronica di “Sandstones”, possiamo riassaporare nella rigenerata veste sonora la rarefatta ed isolazionista “The Legacy I: Enter Darkness”, momenti decisamente più minimali e sottili come “The Legacy II: Machinery” e “The Legacy IV: Exit Light” e frangenti marcatamente lugubri come “The Legacy III: Domes/Colonies” o la conclusiva “Amunhaptra”. Il secondo CD, “Live Report”, consta di tracce registrate dal vivo pescate equamente dai primi lavori, fra cui un paio riprese dal nastro del ’97 “Live At Molto 08.04.1997” (le uniche due non inedite del bonus-disc), più una versione rehearsal di “Nona” catturata in studio al volgere del millennio. Un collage di momenti live che mostra il proprio valore sia sul piano tecnico, con interventi effettivi sulla materia ambientale, sia su quello della resa audio, decisamente confacente ed in linea col tasso qualitativo dell’intera operazione discografica. Una ristampa importante per chi ancora dovesse recuperare un lavoro il cui alto livello non è stato intaccato dal tempo come “The Legacy”, resa appetibile anche per i più fedeli appassionati del progetto grazie al materiale bonus ed all’opera di rimasterizzazione.

Leave a Reply

Your e-mail address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.